Scooter elettrici: i miei primi 1.000 chilometri con il NIU NLite

Tempo di lettura: 3 minuti

Premesso che in tema di scooter elettrici  tu non ci capisci un bel niente, voglio prodigarmi in un gesto di profonda generosità e illuminarti riportandoti le mie impressioni attorno ai miei primi 1.000 chilometri percorsi a cavalcioni del NIU Nlite. Partiamo da un presupposto imprescindibile: il NIU Nlite è un mezzo a vocazione prettamente urbana. Se hai bisogno di percorrere cento chilometri al giorno lungo strade extraurbane, comprati altro.  Dettò ciò provo a descriverti le mie impressioni. Lo scooter cinese è un mezzo leggero, molto maneggevole, dal peso di appena 95 kg. compresa la batteria. Di buona fattura e dal design, se paragonato ad altri sgorbi lanciati di recente sul mercato, più che accettabile. I materiali utilizzati sono buoni, in linea con la categoria -piuttosto economica- cui lo scooter appartiene. Capiente il sottosella, ove puoi comodamente collocare un casco e anche un giubbino. Comoda la presa USB per tenere sempre in carica lo smartphone. Non troppo capiente la tasca anteriore. Ci metti giusto il telefonino o l’ astuccio degli occhiali. O l’uno o l’altro.

AUTONOMIA.
NIU NLite ha un’autonomia reale che varia da 45 a 55 chilometri a seconda del tipo di percorso affrontato, della velocità cui si viaggia, del peso del conducente, della presenza di un eventuale passeggero e anche di vari altri fattori. Nei miei primi 1.000 chilometri, percorsi lungo i saliscendi della mia città -a volte anche piuttosto ripidi- l’NLite ha registrato, nonostante io non sia un peso piuma, un’autonomia media di 46-48 km. Possono sembrare pochi ma, considerato l’utilizzo spiccatamente cittadino, nel mio caso risultano del tutto sufficienti, anche perché -tornato a casa per la pausa pranzo- collego lo scooter alla presa, ne riporto la batteria al 100% e torno in ufficio al massimo dell’autonomia: un po’ come succede con lo smartphone.

VELOCITÀ.
La velocità massima dichiarata dal produttore è di 45 chilometri orari. Il tachimetro del mio mezzo segna tuttavia, e con molta frequenza, velocità che arrivano sino a 52 chilometri orari. Non è roba da autodromo di Monza ma, ripeto, per un utilizzo urbano, va più che bene ed è del tutto in linea con gli scooter da 50 cc. di cilindrata cui è equiparato anche dal punto di vista dell’immatricolazione.

MOTORE.
Il motore, collocato totalmente all’interno della ruota posteriore, è piuttosto pronto. Nelle salite più ripide però un pizzico di coppia in più non guasterebbe. Stupisce positivamente l’assoluta silenziosità, anch’essa propria delle propulsioni elettriche. Quando viaggio con mia moglie, riusciamo a chiacchierare senza dover nemmeno alzare la voce. L’unico rumore è quello del vento.

FRENATA E SOSPENSIONI.
Buona la frenata, decisa, rassicurante, garantita dai due dischi. Un po’ rigide le sospensioni che, lungo le strade non troppo curate della mia città, trasmettono vibrazioni a volte un po’ brusche. Colpisce l’accelerazione, sempre piuttosto secca, come spesso accade con i motori elettrici. Occorre prenderci un po’ la mano.

L’APP.
NIU NLite è dotato di un’app molto piacevole e utile che consente di tracciare tutti i percorsi, di monitorare la ricarica, l’utilizzo e l’usura della batteria, di ricevere notifiche in merito alla manutenzione programmata, di geolocalizzare lo scooter e di essere allertati via smartphone nel caso di eventuali tentativi di furto o di spostamento del mezzo stesso.

In definitiva NIU NLite si è sin qui mostrato un ottimo mezzo, perfetto per gli spostamenti urbani, economico, piacevole da guidare e -dulcis in fundo- spiccatamente ecologico. 250 i kg. di anidride carbonica sin qui risparmiati nei miei primi 1.000 km. Dice l’app.